Isolare cassonetto avvolgibile o tapparella

Isolare cassonetto avvolgibile o tapparella

Isolare cassonetto avvolgibile –

In questo articolo ti parlo di come coibentare il cassonetto delle avvolgibili ed eliminare il rumore che proviene da fuori casa.

Quando hai problemi con il cassonetto delle avvolgibili puoi subito pensare a due soluzioni:

  1. migliorare il cassonetto attuale, rendendolo un cassonetto termo acustico
  2. sostituire, di netto, tutto il cassonetto installandone uno nuovo

Innanzitutto devi sapere che per rendere termico il cassonetto, esistono anche soluzioni di coibentazione fai da te.

Se, invece, parliamo di farlo diventare un cassonetto antirumore, la cosa cambia e non puoi optare per una soluzione fai da te.


Isolare cassonetto avvolgibile – come é messo il tuo cassonetto?

La prima cosa che ti invito a valutare attentamente è se, il tuo cassonetto delle tapparelle, è solido e non presenta gravi lesioni!

Questa è la base di partenza per capire se potresti optare per un miglioramento o se devi sostituire tutto l’apparato.

Non mi schiero dalla parte del “tutto nuovo è meglio” senza prima capire da che punto partiamo.

Per esperienza ti dico che ho trovato tanti cassonetti da sostituire, ma altrettanti da coibentare e rendere antirumore.


Isolare cassonetto avvolgibile – come aumentare il confort termico.

Applicare una coibentazione del cassonetto, si rivela quasi sempre un buon intervento a giusto costo.

Unica cosa, devi saperci mettere le mani. Altrimenti vanifichi la spesa e non ottieni risultati decorosi!

Il cassonetto deve essere coibentato internamente in modo corretto e completo.

Non puoi pensare che un tot di coibentazione possa essere la giusta soluzione; esistono dei principi che si legano insieme per dare buoni risultati!


Isolare cassonetto avvolgibile – dove passa aria, passa rumore.

Il principio della tenuta all’aria deve essere sempre considerato come criterio predominante; dove passa aria, passa rumore!

Il concetto da usare, per coibentare il cassonetto, è quello di chiudere il passaggio dell’aria.

In questo modo ti assicuri subito che lo spiffero faccia sventolare le tende davanti alle tue finestre.


Isolare cassonetto avvolgibile – basta togliere gli spifferi per avere un valido cassonetto?

Purtroppo no! Per avere un cassonetto termo acustico, serve lavorare anche sul coibente e sulla massa.

Se, per la termica, parliamo di isolamenti composti da materiale leggero (eps – xps – polistirolo) quando parliamo di acustica dobbiamo pensare alla massa.

Il materiale che rende un prodotto antirumore, solitamente deve avere una buona massa; deve essere peso.

Se fai mente locale, l’isolamento con le lastre di piombo è l’esempio plateale di quanto il peso del materiale sia incidente nella prestazione e nel risultato.


Isolare cassonetto avvolgibile – oltre la coibentazione acustica, cosa devo fare?

Il mio consiglio è di fare un intervento che guarda al futuro, in questa parte ti parlerò anche di motorizzare la tapparella.

Per prima cosa vediamo insieme le opere che già adesso potresti attuare in autonomia.

Attenzione, serve un pochino di manualità! 

  1. Verificare attentamente se il cassonetto presenta crepe vicino al muro ed in caso, sigillarle con cura
  2. Verificare se il cassonetto, nella parte superiore contro soffitto, è ben costruito. Spesso il sopra è molto trascurato.
  3. Rimuovere il comando a cinghia e prevedere un motore elettrico

Motorizzare la tapparella, magari con un motore di nuova generazione, si rivelerà una valida soluzione per il confort acustico perché non hai più il foro della cinghia.

La solita cosa vale per il confort termico; basta spifferi da quel fastidioso buco della cinghia!


Isolare cassonetto avvolgibile – la ricopertura del cassonetto delle avvolgibili.

Un’altra opzione che puoi valutare consiste nel sovrapporre un nuovo cassonetto sul vecchio!

Un pò come mettere la cover al cellulare. Si prende e si ricopre tutto con materiale che vada bene per la termica e per l’acustica.

Ricorda che per ogni soluzione semplice, c’é un prezzo da pagare!

In questo caso, ricoprire il vecchio cassonetto, avrai un volume aggiunto sul cassonetto attuale; praticamente cresceranno le dimensioni.

Il cassonetto diventerà più largo, più alto e più profondo.

Se non ti infastidisce, è una soluzione semplice: la ricopertura del vecchio cassonetto.


Isolare cassonetto avvolgibile – il motore diventa un costo enorme?

No, assolutamente!

I motori non costano più come una volta, sono diventati alla portata di tutti!

Inoltre, per portarci corrente, esistono delle piccole cornici che possono nascondere il passaggio dei cavi in modo discreto.

L’azionamento, nel caso di motori somfy, puoi farlo con radiocomandi somfy a parete o a libera installazione.

Ultimo, ma non meno importante, puoi avere l’applicazione sul cellulare, per gestire la movimentazione delle tapparelle.


Check-up infissi e serramenti come posso esserti d’aiuto? 

Verrò a casa tua e ti farò un’analisi completa.

Dopodiché, ti invierò un Report dove troverai trascritto, nero su bianco, l’esito della valutazione ed i consigli tecnici riservati al tuo lavoro.



consulenza finestre zero problemi cagnoni daniele


Daniele Cagnoni – Check-up finestre zero problemi

Titolare di Diemme Infissi – Ideatore del Sistema Manutenzione in abbonamento per Artigiani – Autore della guida Finestre Zero Problemi

Faccio questo lavoro dal 1999 ed abito a Lucca, in toscana, lavoro al 98% per Clienti Privati e lo faccio sempre con la massima cura.


Clienti zero problemi e zero stress con il Metodo che ho creato!